I PRESUPPOSTI

Il 18 marzo 2016 il Consiglio della Città Metropolitana di Roma Capitale approvava una deliberazione di indirizzo per indicare la possibilità di un percorso ritenuto utile per strutturare in modo più efficace ed efficiente le reti dei servizi bibliotecari sul territorio, da realizzare implementando i rapporti di collaborazione già in essere tra l’Istituzione Biblioteche di Roma, gli altri sistemi bibliotecari presenti sul territorio e le biblioteche dell’area metropolitana non afferenti ad alcun sistema, con lo specifico intento di sostenere, a partire dalle buone pratiche già attuate, lo sviluppo di un modello di Sistema Bibliotecario Metropolitano Policentrico.

Con deliberazione della Giunta Regionale n. 415 del 19 luglio 2016 la Regione Lazio approvava l’Avviso pubblico finalizzato alla promozione dei sistemi museali, bibliotecari e degli archivi storici degli enti locali (ai sensi della L.R. n.26/2009 e successive modificazioni), rivolto ad unioni e consorzi di Comuni, e a nuove aggregazioni di Enti Locali nell’ambito di aree geografiche definite di cui facessero parte almeno 10 servizi culturali accreditati.
Molte e stimolanti le finalità del suddetto avviso: l’aumento del numero degli utenti dei servizi culturali, il miglioramento ed accrescimento dell’accessibilità dei servizi culturali, la valorizzazione dei sistemi culturali già accreditati, l’utilizzo di spazi e luoghi non tradizionali per l’attività di divulgazione culturale, il coinvolgimento di associazioni e gruppi di cittadini nella programmazione delle attività culturali, e l’incoraggiamento ad attuare strategie di sistema anche in aree del territorio regionale in cui non ve ne sono.

LA RISPOSTA DEL CONSORZIO SBCR

In risposta a tale Avviso pubblico è stata elaborata una proposta progettuale - “Biblioteche in coworking” - che mira a incoraggiare strategie di rete tra sistemi già esistenti ed altre biblioteche non ancora in rete, e sperimentare altresì l’integrazione tra servizi culturali diversi, in funzione di un sistema policentrico di area vasta metropolitana, per migliorare ed accrescere l’accessibilità dei servizi culturali, favorire la partecipazione degli stakeholders agli stessi, condividere con tutti gli operatori la mission territoriale della biblioteca pubblica quale servizio essenziale per la crescita anche economica dei territori. Obiettivo del progetto è giungere alla creazione, a livello di area vasta - in particolare dell’Area Metropolitana della Città di Roma -, di una nuova tipologia di sistema bibliotecario, che inglobi le esperienze bibliotecarie locali in un coordinamento più vasto in grado di offrire e supportare, con servizi studiati ad hoc, il funzionamento e le attività delle singole istituzioni. Processo da allargare progressivamente verso la creazione di una sorta di rete a livello sub-regionale in cui siano rappresentate le specifiche fisionomie territoriali. 

La Regione Lazio, con determinazione dirigenziale n° G 14448 del 05/12/2016, ha approvato il progetto.


 

LE AZIONI IN CORSO E I PARTNER DEL PROGETTO

I tre Sistemi Bibliotecari che insistono nell’Area Metropolitana di Roma - il Consorzio per Sistema Bibliotecario Castelli Romani, il Sistema Bibliotecario Ceretano Sabatino e il Sistema Bibliotecario dei Monti Prenestini - stanno intraprendendo le prime azioni utili finalizzate alla realizzazione di un Sistema Bibliotecario Metropolitano “policentrico”. Tali azioni vogliono favorire l’aggregazione in forme sistemiche innovative delle biblioteche del territorio metropolitano, tra cui quelle non ancora organizzate in rete, all’interno del più vasto progetto di Sistema Bibliotecario Metropolitano Policentrico.

Il Consorzio per il Sistema Bibliotecario Castelli Romani, in qualità di ente capofila del progetto, si è reso disponibile alla formalizzazione di una Associazione Temporanea di Scopo (ATS) finalizzata alla gestione del progetto “Biblioteche in coworking” e all’avvio della realizzazione del “Sistema Bibliotecario Metropolitano Policentrico”. I Comuni e biblioteche comunali della ATS Biblio(R)evolution sono: Allumiere, Artena, Castel Madama, Civitavecchia, Colleferro, Fiano Romano, Mentana, Monterotondo, Roviano, Subiaco, Tivoli.

Il progetto Biblioteche in coworking prevede inoltre azioni diversificate tra le biblioteche e un museo dell’area castellana e biblioteche comunali di Area metropolitana.
In particolare, le biblioteche dei Castelli Romani insieme al Museo del Barocco Romano di Palazzo Chigi, al fine di accrescere l’accessibilità dei servizi culturali e favorire la partecipazione degli stakeholders agli stessi, hanno progettato una serie di iniziative di diversa tipologia, il cui denominatore comune è la valorizzazione a fini conoscitivi dei Castelli Romani come luoghi di vita partecipata e attiva per i residenti e destinazione ricca di appeal per i visitatori e che metteranno in valore le risorse materiali e immateriale dei territori, attraverso il rafforzamento di relazioni già costruite negli anni con i tanti soggetti pubblici e privati che hanno avuto nella biblioteca un fondamentale punto di riferimento; tali iniziative coinvolgono pubblici differenziati, in vista dell'accrescimento e milioramento dell'accessibilità dei servizi culturali e di tutti quegli spazi non tradizionalmente utilizzati per le attività di divulgazione.

 

Gli eventi pubblici

I Castelli Romani. Viaggio nel tempo è il titolo dell’evento complessivo, che prevede l’organizzazione (da aprile 2017 fino a conclusione del progetto presso le biblioteche, le scuole, i musi ed i siti storici e archeologici dei Castelli Roman) di iniziative e attività legate da una logica specifica che è “logica del tempo”, per indagare, conoscere e rivivere la storia del territorio castellano nella diverse epoche storiche, attinendo dalla conoscenza del passato i contenuti da rivisitare e riprogettare nel presente e per il futuro. Le iniziative riguardano quattro differenti epoche:
- Dai popoli latini all’impero romano. Temi: mito di Enea, Albalonga e i popoli latini, l’impero romano, le strade romane e i santuari, ecc.
Rocche, castelli e borghi nel Medioevo. Temi: fiere e mercati, i giochi, i cortei, i pellegrini e mercanti, la vita nei castelli, ecc.
La vita nelle ville e palazzi dei nobili. Temi: spettacoli in ville e palazzi - balli, cortei, teatro.
I mezzi di trasporto nella prima metà del Novecento. Temi: carrozze, auto, treni, tram, dirigibili e aerei nella prima metà del Novecento.
Nei weekend si concentreranno gli eventi più impegnativi e scenografici. Tutti i Comuni del Castelli Romani saranno interessati dagli eventi.
A complemento della carrellata di eventi una giornata verrà dedicata all’organizzazione di una conferenza a più voci sui temi e periodi trattati.

Mentre le altre biblioteche aderenti all’ATS di cui il Consorzio SBCR è capofila, che hanno condiviso le finalità di questo progetto e che parteciperanno alle azioni volte al rafforzamento delle strategie di rete, mettono in opera a loro volta una serie di altre attività che rientrano nell'obiettivo di aumentare il numero degli utenti delle biblioteche e la loro tipologia, incoraggiando la fruizione continuativa del servizio bibliotecario, quale parte integrante della vita comunitaria. Le iniziative sono le seguenti:

- AllumiereLeggetevi forte. Spettacolo di lettura animata per bambini
- ArtenaA spasso con la storia. Laboratori per le scuole dell’obbligo
- Castel MadamaCinema e cibo. Mini Rassegna cinematografica
- CivitavecchiaLe pagine della nostra storia: Civitavecchia 1943. Pubblicazione
- ColleferroPercorsi di lettura accessibile ed inclusiva fra scuola e biblioteca
- Fiano RomanoLe favole del boscoLetture ad alta voce per la scuola dell’infanzia
- MentanaCinema in biblioteca. 
- MonterotondoLeggo la storia. Laboratorio e letture animate con il museo
- RovianoUn muro di parole. Laboratorio di lettura con le scuole
- SubiacoLeggere, leggere… Progetto formativo
- TivoliIo c’ero: i testimoni raccontano. Laboratori per le scuole dell’obbligo
- Biblioteca della Proloco di Marino: Valorizzazione del fondo di interesse locale. Catalogazione.

 

L'analisi e le "prove di sistema"

Il rafforzamento delle strategie di sistema, nonché la sua evoluzione in forme più avanzate e comprensive di realtà bibliotecarie oggi ancora fuori da organizzazioni in rete, è garantita da una azione comune che il Consorzio SBCR insieme agli altri due sistemi dell'Area Metropolitana stanno realizzando, sia presso le proprie sedi, che presso quelle delle altre biblioteche aderenti per avviare la costituzione delle necessarie relazioni volte all'organizzazione di un Sistema bibliotecario metropolitano policentrico.
L’azione prevede, in particolare, due macro-attività, una strategica e una più “operativa”:
- L’elaborazione di uno studio finalizzato alla individuazione del modello di integrazione e alla definizione dell’orientamento strategico e organizzativo del sistema policentrico;
- Le “prove di sistema” ossia la sperimentazione, “su campo”, del modello di integrazione proposto mediante la realizzazione delle attività previste nei progetti ideati e proposti dai 3 sistemi bibliotecari comprese le 11 biblioteche inserite nell’ATS.
Una conferenza conclusiva del lavoro svolto esporrà i risultati raggiunti, ossia il modello di integrazione per tutta l’area metropolitana, con apertura al confronto con le altre aree metropolitane.

CONVEGNO DEL
26 MAGGIO 2016

6 MARZO 2017:
PRESENTAZIONE
PIANO DI LAVORO
(video)

WORKSHOP DEL
13 APRILE 2017

WORKSHOP DEL
6 GIUGNO 2017

  

TUTTI GLI EVENTI
DELLE BIBLIOTECHE

 

 

BIBLIOTECHE

SOCIAL MEDIA

vivavoce 133
Numero Speciale
 N.133 / N.134

Questo sito fa uso di cookie, propri o di terze parti,per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa sull'utilizzo dei cookies. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information