There are no translations available.

alt

Un mini documentario le racconta in maniera inedita,
il nuovo sito del Sistema le ripresenta ai cittadini.

Settembre mese del ricominciare, del ripartire. E le biblioteche non sono da meno, anche se, in realtà, non si sono mai fermate. Nonostante il 2020, nonostante tutto quel che è stato. Perché hanno saputo andare anche oltre il loro ruolo, restare "aperte" anche quando - forzatamente - chiuse.

Per raccontarsi in maniera semplice e diretta, spiegare i servizi che offrono, e mostrare anche il gusto di frequentarle, e la bellezza delle loro sedi, incastonate nel cuore di un territorio splendido com'è quello dei Castelli Romani, hanno scelto - con l'ultimo finanziamento regionale "La Cultura fa Sistema" - di realizzare un video di dieci minuti, che è stato diretto e montato da Alberto Dandolo, documentarista e produttore di audiovisivi originario di Velletri, e prodotto dalla Mimesi's Culture (www.mimesisculture.com), con musiche originali di Matteo Fiocchetti. Il video è disponibile dall'8 settembre 2021 sul canale YouTube "Biblioteche Castelli Romani", e condiviso sugli altri social network del Sistema.

«Come spiego anche nel filmato, le biblioteche innanzitutto devono essere inclusive: questa è la sfida principale dei nostri tempi - assicura Giacomo Tortorici, Direttore del Consorzio SCR - e per esserlo devono continuamente reinventarsi, escogitare modalità sempre nuove, a partire dal digitale, dalla comunicazione, dalla visione d'insieme da non perdere mai, in quanto "sistema" di servizi. Per noi che ci lavoriamo magari è scontato, il mettersi continuamente in gioco, il non sentirsi mai "arrivati", il non restare mai "seduti" ma andare incontro ai cittadini. Per chi ci conosce meno, magari non lo è, e vorremmo farglielo sapere, non per farci belli, ma magari per potergli essere utili, e - perché no? - forse sorprenderlo».

«Il mondo delle biblioteche è da sempre nella mia vita - ha dichiarato il regista del video, Alberto Dandolo -: l'ho frequentato da studente e continuo a farlo ora da professionista, soprattutto a Velletri che è la mia Città, e che ha una sede bibliotecaria splendida. Ringrazio il Sistema dei Castelli Romani per avermi dato l'opportunità, lavorando, di narrare in maniera totalmente "sfatata" e razionale quel che per me è "casa", di raccontare il territorio in cui sono cresciuto attraverso una tematica che amo particolarmente, quella delle biblioteche. Esperienza molto positiva anche l'incontro con i bibliotecari, che mi hanno accolto con entusiasmo, e ai quali spero di aver restituito un po' dell'affetto e della professionalità che ho trovato. Consiglio a tutti di "attraversare" le biblioteche, luoghi straordinari di cittadinanza attiva e di aggregazione».

Il Consorzio SCR oltre a coordinare i servizi bibliotecari valorizza il territorio, lo studia, lo racconta, e su mandato dell'Assemblea dei Sindaci e con il sostegno della Regione Lazio lavora per la sua promozione turistica tramite una Destination Management Organization (DMO). In quest'ottica, oltre che sempre credendo nel valore dell'informazione e della comunicazione, divulga quotidianamente anche tutti gli eventi del territorio organizzati da associazioni, Comuni e stakeholder.
Questa sua triplice anima - cultura, informazione, promozione turistica - è ben rappresentata, oltre che da questo video, dal nuovo logo del Sistema, declinato in tre diversi colori, e dal nuovo sito web dell'ente, da poco online, che con l'occasione vi invitiamo a visitare: www.sistemacastelliromani.it .

 

Questo sito fa uso di cookie, propri o di terze parti,per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa sull'utilizzo dei cookies. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information