altLo scorso 19 maggio a Vibo Valentia prima trasferta del Consorzio SBCR per l’avvio del progetto BIM (Biblioteche in Movimento), finanziato dal Ministero dello Sviluppo economico (Agire Por 2007-2013) e promosso dall'Europa come scambio di buone pratiche tra PA. Il progetto in essere coinvolge il Consorzio Sistema Bibliotecario Castelli Romani e due sistemi calabresi: il Sistema bibliotecario di Vibo Valentia e il Sistema Bibliotecario di Lamezia Terme;

durerà un anno e ha l’obiettivo di trasferire ai due sistemi calabresi 5 buone pratiche attuate dal Sistema Bibliotecario dei Castelli: il modello di governance territoriale adottato dal Consorzio, il modello di biblioteca diffusa, la linea di documentazione e valorizzazione territoriale Vivavoce, le logiche per un turismo sostenibile sperimentate con Sagre & Profane, il passaggio da un software proprietario ad uno libero. Nel progetto è impegnato tutto il personale del Consorzio SBCR.

Dal 9 giugno - e il lavoro proseguirà fino al 13 - il Consorzio SBCR sta ospitando i sistemi calabresi vibonese e lametino per le prime concrete azioni di trasferimento, e il lavoro proseguirà a ritmo serrato nei mesi successivi - andata e ritorno - fino a giugno 2015. In questi giorni il focus è sul sistema di governance territoriale e sul software open source di gestione dei servizi bibliotecari “Clavis”, che ha rappresentato una vera svolta in direzione di un uso sempre più libero e democratico della conoscenza. Un’ulteriore sfida per tutta la squadra degli operatori dei Castelli Romani, cui si chiede non solo di saper fare, ma anche di saper far tesoro di esperienza e competenza tanto da saperla trasferire attraverso un processo di crescita collettiva e personale che ci auguriamo rafforzi e sostenga il progetto della grande biblioteca dei Castelli Romani.

“È motivo di orgoglio e soddisfazione per il Consorzio SBCR - commenta il Presidente Massimo Prinzi - avere capitalizzato buone pratiche oggi appetibili per altre realtà nazionali e riconosciute tali dal Ministero dello Sviluppo economico. È ulteriore motivo di orgoglio aver fatto crescere dentro l’Ente le professionalità in grado di operare tale trasferimento, professionalità e competenze al servizio di tutti e 17 i Comuni dei Castelli Romani.”


 

 Giornata inaugurale - 19 maggio 2014 (Guarda il video)

     Vai al progetto

Questo sito fa uso di cookie, propri o di terze parti,per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa sull'utilizzo dei cookies. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information