Si è concluso ieri, a Lamezia Terme, il quarto incontro di scambio di buone pratiche tra il Sistema Bibliotecario dei Castelli Romani e i Sistemi Bibliotecari Vibonese e Lametino previsto dal Progetto Bim (Biblioteche in Movimento) del Ministero dello Sviluppo Economico. Questa volta i temi trattati sono stati l’open source di gestione coordinata dei servizi bibliotecari “Clavis” e il format “Sagre e Profane” di organizzazione degli eventi locali e del turismo sostenibile di area.

Per quest’ultima attività i colleghi calabresi che hanno partecipato rappresentavano le associazioni dei territori vibonese e lametino. Una realtà fitta che segue, a livello associativo, diverse iniziative e discipline culturali. Erano presenti anche i funzionari comunali dei settori socio-culturali del territorio. Il Direttore del Consorzio SBCR Esterina Dominici ha ripercorso le tappe del progetto “Sagre e Profane” tramite il quale, dal 2005, è stato possibile coordinare e rendere maggiormente fruibili gli eventi tradizionali dei Castelli Romani in una logica di rete. Entrambi i Sistemi Bibliotecari, Vibonese e Lametino, inizieranno già dai prossimi giorni a censire le associazioni locali, con l’obiettivo di costruire un database pratico e condiviso tramite il quale i comuni e le stesse associazioni potranno conoscersi ed instaurare collaborazioni. L’obiettivo ultimo è quello di costituire una rete di realtà che sarà in grado di creare un’offerta culturale coordinata, senza sovrapposizioni. Casuale e fortunata coincidenza è il Meeting delle associazioni calabresi che, dal 1 al 3 agosto, organizzato dalle ass.ni Farmaropa di Vibo Valentia e TerreArse Lab di Reggio Calabria, chiamerà all’appello tutte le associazioni calabresi con l’obiettivo di creare un manifesto condiviso e votato da tutte le associazioni, una ottima occasione di incontro con workshop e dibattiti. Riguardo all’attività 16 - open source Clavis - si sono tenuti corsi pratici durante i quali gli operatori castellani hanno presentato l’interfaccia del programma con particolare attenzione alla catalogazione bibliografica, con accenni alle possibilità di gestione del catalogo online sia come strumento di ricerca che come portale di comunicazione


Vai al progetto

Questo sito fa uso di cookie, propri o di terze parti,per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra informativa sull'utilizzo dei cookies. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information